Il mercato dei domini è sicuramente curioso e anomalo. Fino ad oggi le scelte per un dominio si compiono valutando i classici .com .net .it .eu per poi spaziare con le riserve .info .org .biz ecc.

Se vi chiamate Paolo Rossi la scelta è però limitata e bisogna inventarsi qualcosa di diverso come trattini, acronimi, ecc.

Schermata 2013-10-31 a 09.20.50

Ma questo problema presto passerà alla storia.

L'ICANN, l'autorità per l'assegnazione dei nuovi domini, sta approvando l'uso di nuovi TLD ovvero Top Level Domain, domini di primo livello.

Qualche esempio:


.app

.blog

.luxury

.menu

.online

.shop

.site

.web

.roma

.tirol

.world

.clinic

.sport

.dental

.srl

.wine

.eccetera ...hem no quest'ultimo non è vero.

Ma in pentola ce ne sono moltissimi, 897 secondo Godaddy, 700 secondo 1&1.

Quando saranno disponibili?

Con .calma e .gesso! Si parla si un lasso di tempo di tre anni.

Sono prenotabili?

Non ufficialmente. Ci sono delle ditte che offrono il servizio di prenotazione ma va specificato che questo non da nessuna garanzia. E' come se chiedeste a qualcuno di fare la fila per voi, ma le file sono tante e per lo stesso dominio ci possono essere più persone in fila. Se vi ofrono la prenotazione sappiate che non vale a nulla.

Sono tutti liberamente acquistabili?

No alcuni domini saranno riservati, come .apple .ford ecc.

Quanto costeranno?

Ancora non si sa ma è ragionevole pensare che un .luxury non ve lo portate a casa per qualche decina di euro.

Servono?

Come tutte le cose inutili la risposta è SI. Se il vostro albergo si chiama HotelDuLac con tante estensioni avete sicuramente più possibilità di trovare un bel nome a dominio. Ma questa è solo una motivazione estetica.

Per i motori di ricerca sicuramente no! Se Il vostro HotelDuLac ha il dominio hotel-du-lac-rivadg.com ma il sito è ottimizzato SEO sarà sicuramente trovabile prima del sito hoteldulac.luxury

Qualcuno afferma che sia più facile da ricordare. Io ho qualche dubbio! Molti fanno già fatica con i terzi livelli: esempio .bz.it

A volte meglio un nome di fantasia e un dominio comune.

Per tutto il resto c'è il SEO.