Ormai sulla maggior parte dei blog e dei siti internet appaiono entrambi i pulsanti: il mi piace di Facebook e il +1 gi Google+. L'efficacia del primo è nota mentre si fatica a capire la rilevanza del secondo considerando anche che Google+ stenta a decollare come social network.

Per mettere una marcia in più al +1 Google introdurrà a breve la "Social Search" ovvero la Ricerca Sociale che prevede di restringere i risultati alle pagine/siti sui quali abbiamo fatto +1.

Ovviamente solo per gli utenti loggati a Google+ e lasciando la possibilità di decidere in quali risultati cercare: Cerca nel "tuo mondo" oppure in tutto.

 

Leggi tutto...

Interessante e forse un po' scontato per gli addetti ai lavori l'articolo su Mashable che raccoglie 13 consigli per migliorare il ranking di un sito aziendale su Google.

  1. Creare contenuti "evergreen" ovvero che possano essere letti anche tra dieci anni. Condivido in parte dato che molti contenuti aziendali sono comunque legati al momento particolare.
  2. Aggiornare i propri profili online. Questo sicuramente è condivisibile dato che esistono moltissimi portali che contengono informazioni sulla propria azienda non spesso aggiornate. Esempio: Pagine Gialle.
  3. Pensa come scrivono i tuoi clienti. Questa è spesso la chiave per dei testi di successo. Si tende infatti a parlare di se in termini marketing "colorati e altisonanti" quando poi su Google il vocabolario usato per le ricerche è veramente basilare. Pixxelfactory crea sicuramente "indimenticabili ed avvincenti esperienze interattive sul web" però più semplicemente facciamo siti web!
  4. Chiedi ad un esperto! Beh come non potrei essere d'accordo dato che è il mio lavoro. Spesso il "fai da te" risulta controproducente e richiede comunque del tempo notevole per districarsi tra gli infiniti meandri del SEO.
  5. Scrivere commenti su altri blog. Questo è "tristemente" vero. Dico tristemente perchè è una pratica che ha perso di spontaneità. Si va su un blog o un sito di qualcun altro e si scrive un commento banale e standard con l'unico scopo di lasciare un link.
  6. Il contenuto è il Re e i link sono la Regina. Altra grande verità. Scrivere testi rilevanti, farsi linkare il più possibile soprattutto da siti/portali del settore.
  7. Creare contenuti video. Più facile a dirsi che a farsi. Tencicamente oggi semplice, grazie a una ampia accessibilità di recorder video anche in HD (fotocamere, cellulari, ecc.) e facilmente condivisibili con YouTube. 
  8. Link da siti "education". Una specifica prettamente americana ma di poca rilevanza in Italia.
  9. Aggiornare spesso il sito. Uno dei parametri dell'algoritmo di Google è la frequenza di aggiornamento del sito.
  10. Usare le keywords giuste. Che siano keywords o tags l'importante è che siano semplici (punto 3) brevi e concise.
  11. Non usare Flash. Non aggiungo altro e condivido al 100%.
  12. Concentrarsi sulle ricerche locali. Giustamente se il proprio business è concentrato in una determinata zona perché pensare troppo in grande, snobbando spesso sistemi di ricerca locale.
  13. Capire quali sono i termini ricercati reali. Questo oggi è piuttosto facile grazie ai suggerimenti di Google. Basta inziare a scrivere una parola che appaiono i termini più ricercati che diventano poi i termini standard dato che alla fine si sceglie l'opzione più veloce.

La lista potrebbe continuare e si aggiorna giorno per giorno dato che gli algoritmi dei motori di ricerca vengono aggiornati di continuo per produrre risultati sempre più corretti e coerenti.

Affidarsi ad un partner competente per il SEO è un investimento che premia sempre. Noi di pixxelfactory sviluppiamo i nostri siti sempre compatibili con i motori di ricerca offrendo servizi aggiuntivi per chi volesse spingersi più su nelle posizioni dei motori di ricerca.

Link all'articolo di Mashable

Leggi tutto...

icann gtld

Punto com, punto it, punto net, punto eu, punto ...

I caratteri dopo l'ultimo punto di un dominio costituiscono il TLD ovvero Top Level Domain e fino ad oggi erano limitati e riservati. Dal 12 gennaio 2012 sarà possibile registrare anche il proprio gTLD (generic TLD). Esempio .canon .apple .shop .london .bike ecc. ecc.

Ma non illudiamoci non sarà così semplice, a cominciare dai costi! Di sola richiesta di registrazione i dollari da sborsare sono 185.000 (si proprio centoottantacinquemila) e il canone annuo di ca. 35.000$ senza contare le infinite pratiche amministrative e le indubbie questioni legali che sorgeranno e che costeranno anch'esse.

I vantaggi saranno soprattutto per le grosse aziende che oltre a poterselo permettere avranno un "marchio di garanzia" sulle informazioni. Oggi è infatti facile fare un dominio simile ad uno ufficiale: esempio canonitalia.it che potrebbe essere spacciato per ufficiale.

Leggi tutto...

gplusaziende

Google+ apre alle pagine aziendali, gruppi, attività, ecc. più o meno le stesse funzionalità esistenti in Facebook.

Il meccanismo è molto semplice, sulla barra di destra di G+ c'è un nuovo pulsante "Crea una pagina Google+" dove si accede alla schermata inziale (vedi immagine).

In meno di 30 secondi (perdendo tempo) il gioco è fatto.

Quindi si prepara il relativo badge Google + (link) per il proprio sito, quello che vedete nella parte inferiore di questa pagina, e si mette il codice nella pagina.

Una funzionalità che mancava a Google+ e che aiuterà a diminuire il gap tra le due piattaforme di social networking.

Il problema, a mio parere, è che sono troppo simili per poter effettuare una scelta in base a dei servizi che offrono, però la battaglia è cominciata da poco e vedremo come si evolve.

Leggi tutto...

tsb fb

Online il nuovo sito del Teatro Stabile di Bolzano, che come ogni anno si rinnova nella veste grafica per la nuova, ricca ed interessante stagione teatrale 2011/2012.

La novità quest'anno l'integrazione delle pagine navigabili dei cartelloni all'interno di Facebook.

Leggi tutto...

deckjs



Presentazioni con Powerpoint?....

Mi sa che anche in quel settore la generazione 2.0 sta cambiando un po' i metodi e mezzi.
Recentemente ho scoperto una libreria Javascript che è fatta apositamente per creare presentazioni in Html.

Ci sono vari vantaggi:
- è open-source / gratuito
- chi sa html, può creare delle presentazioni senza di avere la necessità di avere installato sul computer un Powerpoint, un browser basta
- è customizzabile al 100%, si basa su JQuery
- ci sono già dei template inclusi, che sono esteticamente decenti, non come quelli di Powerpoint
- esistono varie possibilità di navigazione, sia con mouse, che con la tastiera

Due svantaggi:
- uno bisogna sapere l'Html
- creare una presentazione veloce è molto più facile con Powerpoint

Il link alla libreria:

http://imakewebthings.github.com/deck.js/

Leggi tutto...

internet-2015



Cisco ha pubblicato una scheda con dati interessanti: Se l'Internet continua a crescere con l'attuale velocità (e se il mondo non finisce nel 2012), nel 2015 il traffico annuale in tutto il mondo sarà maggiore di un zettabyte, molto bello e interessante da guardare:

Cisco Blog

Leggi tutto...

the-expressive-web



Adobe, recentemente sta rivolgendo la sua attenzione alle tecnologie che attualmente sono in moda.
Come saprete già stiamo parlando di Css3 e Html5.
Poco tempo dopo l'uscita della preview di un nuovo tool di animazione basato sulle dette tecnologie è online un nuovo sito chiamato "the expressive web" dove vengono presentate in maniera impressionante gran parte delle nuove tecnologie.
Per guardarle ovviamente serve un browser moderno (Firefox 4+, Opera 11+, Safari 5+, Chrome 12+).

beta.theexpressiveweb.com

Leggi tutto...

creative qrcode

Quando la tecnologia si incontra con la creatività si ottiene il connubio ideale!

Un esempio simpatico questo articolo che raccoglie una serie di immagini dei QRCode più creativi.

Leggi tutto...

email fraud 1

Rubare i dati della carta di credito è uno dei crimini più frequenti sul web.

Una volta era relativamente facile farlo, si riceveva una email dallo stile uguale al proprio fornitore di servizi (banca, circuito creditizio, ecc.) e si veniva invitati ad entrare nell'account inserendo i propri dati con una scusa più o meno valida. Di fatto però la pagina per l'inserimento dei dati non era sul server del fornitore ma su un altro server e i dati venivano rubati!

Col tempo sono aumentati i sistemi di sicurezza, non è così semplice inviare una email da un indirizzo diverso dal proprio (beh in realtà è ancora relativamente semplice), i siti ospite delle pagine fantasma vengono bloccati come siti sospetti dai filtri, i sistemi antispam si sono fatti più forti...tuttavia succede ancora e in maniera sempre più furba!

Ho appena ricevuto una email di questo tipo e, come sempre in questi casi ho fatto i solito controlli (pur sapendo a priori che era un tentativo di truffa).

Ecco l'email:

Vediamo nel dettaglio:

il mittente apparente è servizio.clienti @ visaitalia.com

il dominio visaitalia.com esiste e corrisponde al vero.

Il testo è buono ma  non privo di errori, significa che è stato tradotto con un sistema automatico online.

Nel testo non vi è riferimento al mio nome, quindi è generico.

Le lettere accentate non ci sono e neppure il simbolo del © è corretto, significa che la codifica del messaggio è errata, altro segno di mail sospetta.

Non vi sono link: questo permette allo spammer di non essere filtrato dagli antispam e altro che vedremo poi.

Andiamo a vedere ora la parte nascosta del messaggio, ovvero il formato sorgente...visibile con qualunque programma di posta.




Cosa capiamo da qui?

circa a metà vediamo che il server di spedizione è "server1.raspberrypress.com (unknown [64.237.60.110])". Se andiamo all'indirizzo raspberrypress.com troviamo un sito che non ha nulla a che fare con visaitalia! Cosa significa? Che lo spammer ha utilizzato un buco di sicurezza di questo server per inviare l'email con mittente "(envelope-from <servizio.clienti @ visaitalia.com>)". La maggior parte dei server di spedizione non permette più di inviare email da un indirizzo diverso da uno permesso. Evidentemente questo server non ha controlli di questo tipo ed è ancora "pulito", ovvero non è stato precedentemente usato per spam e non è in lista nera (black list). Tra poco lo sarà sicuramente!

Vediamo poi che la mail ha passato tutti i controlli antispam e antivirus.

E fin qui tutto bene (per lo spammer)

Analizziamo ora il contenuto della mail che è un allegato file html.

Banalmente se ci clicchiamo sopra appare questa pagina:

Lo stile grafico è quello spartano di Visa, sono presenti tuttavia un sacco di errori ortografici.

Primo banale controllo lo possiamo fare cliccando con il tasto destro sull'immagine e guardando dove è situata:

E' sul sito luphers.com, che non c'entra nulla con Visa. L'hacker ha copiato il file su questo sito approfittando di un buco di sicurezza di qualche software. Il gestore del dominio luphers.com è ignaro di tutto questo.

Ormai è più che evidente che si tratta di una truffa, ma procediamo!

Guardiamo con un editor html il contenuto del file e vediamo che contiene un javascript codificato eseguibile, ovvero non è così immediato capirene il funzionamento, soprattutto per un filtro antispam, motivo questo che ha permesso di passare i controlli.


Quando la pagina viene però aperta nel browser il codice viene eseguito e con un apposito sistema scopriamo dove andrebbero a finire i nostri dati se riempissimo il formulario e cliccassimo invio:

Una pagina, illegalmente copiata sul server di koreasurgery . com dal "nostro" hacker, raccoglierebbe tutti i dati in un database e sicuramente nel momento in cui scrivo è quello che sta facendo dal momento che il sito è attivo...evidentemente nessuno ha ancora segnalato il sito come contraffatto a Google! (io si)

Tutto questo si chiama phishing e pur essendo abbastanza semplice scoprirlo, è evidente che dato che il fenomeno dura da anni, qualcuno ci casca ancora!

Attenzione sempre! Nel dubbio e sospetto contattate sempre telefonicamente il fornitore di servizi e segnalate il caso.

Ovviamente tutti gli attori di questo tentativo di phishing, Visaitalia e i vari server, sono ignari e innocenti di quanto messo in atto dall'hacker!

Leggi tutto...

edge blog

Della morte di Flash avevamo già parlato in passato, ma questa notizia segna una svolta nella battaglia tra Adobe e Apple. Il gigante Adobe si è piegato ad Apple che ormai detta legge nel campo degli standard. Per chi non fosse al corrente ricordiamo che Apple si è sempre rifiutata di adottare Flash sui suoi dispositivi mobili (iPhone e iPad), per ovvi motivi che non stiamo ora ad elencare.

E così Adobe è uscita con un nuovo applicativo dal nome Edge, che permette di creare contenuto dinamico con HTML5, CSS3 e Javascript.

In poche parole si tratta di un programma che ricorda le primissime versioni di Flash (quando ancora era Macromedia) e permette di fare semplici animazioni.

La gioia di molti grafici sicuramente, che non hanno mai digerito il fatto di non poter "far muovere qualcosa" sui siti web!

Indubbiamente un'animazione attira l'attenzione e, se fatta e implementata bene, rende il sito più interessante.

L'interfaccia di Edge è molto semplice, vedi foto, e mi sono divertito a realizzare in pochi minuti una piccola animazione di esempio che trovate qui sotto o nei nostri Labs: animazione esempio Adobe Edge.

Testata anche la compatibilità con l'implementazione della pagina nell'iFrame di Facebook che potete vedere a questo link: Animazione Edge in Facebook

Leggi tutto...

contrast-rebellion


Quando uno crea il layout di un sito web, spesso capita che designer sono abituati a rivolgere gran parte del loro focus sull' aspetto estetico.
I problemi che possono accadere in seguito sono vari: Diffetti di funzionalità, manutenzione complicata e costosa del sito e tanti altri.
Uno dei problemi più frequenti è la scarsa leggibilità del testo, causata da contrasto insufficiente del testo di flusso in confronto allo sfondo.

Contrast Rebellion, un sito fatto molto bene, anche dal punto di vista estetico, da degli esempi e arriva a dei conclusioni perchè accade.


Leggi tutto...

audiweb

Pubblicati da Audiweb i dati relativi all'audience del mese di giugno 2011 e i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia.

I dati che risaltano maggiormente sono:

  • Nel mese di giugno 2011 l’audience online cresce del 10,4% su base annua raggiungendo 26,2 milioni di Italiani dai 2 anni in su che hanno navigato almeno una volta attraverso un PC
  • In base al nuovo report trimestrale della Ricerca di Base il 62,3% delle famiglie italiane - 13,2 milioni - dichiara di avere un collegamento a internet da casa, con un incremento dell’11,3% su base annua
  • Sono 35 milioni gli Italiani con un collegamento a internet da qualsiasi luogo, il 73% della popolazione tra gli 11 e i 74 anni, con una crescita del 7,5%
  • Aumenta del 73,7% in un anno anche l’accesso da mobile, con 8,3 milioni di Italiani che dichiarano di avere un cellulare con connessione a internet

Nel giorno medio risultano online 13 milioni di utenti attivi, 1,3 milioni in più rispetto all’anno scorso (+11%), che hanno consultato 146 pagine trascorrendo in media 1 ora e 19 minuti al giorno per persona.

Sono online nel giorno medio 5,8 milioni di donne (il 21,2% delle donne italiane dai 2 anni in su) e 7,2 milioni di uomini (il 26,3% degli uomini italiani dai 2 anni in su), con livelli di penetrazione più alti nella fascia d’età tra i 35 e i 54 anni (6 milioni, il 32,8% della popolazione della fascia d’età considerata) e tra i 25 e i 34 anni (2,7 milioni, il 35% della fascia d’età considerata).
Gli utenti attivi nel giorno medio tra i 18 e i 24 anni (1,3 milioni, il 30,5% della popolazione di riferimento) trascorrono più tempo in assoluto online, registrando 1 ora e 33 minuti di tempo speso nella navigazione e consultando in media 173 pagine per persona.

Fonte: Comunicato stampa Audiweb 27 luglio 2011

 

Leggi tutto...

html-5-game-engine


In uno degli ultimi post ho presentato una lista di giochi che sono stati fatti con Javascript in combinazione con il nuovo elemento canvas di html5.
Oggi vi presento un engine Javascript con quale è possibile creare giochi con le tecnologie dette.

Ovviamente ci sono tanti di queste engines, però quella di quale andremo a parlare noi ha un feature speciale.
È l'unica open-source che conosco io che offre la compatibilità a un editor di livelli grafico decente.
L'editor concede allo sviluppatore di creare i livelli in maniera grafica, senza di scrivere una riga di codice, dopodichè è possibile di esportare una sorta di file xml con la struttura del livello.
L'engine poi può usare i dati creati per inserire la logica del gioco usando Javascript puro.
C'è ancora un problema da risolvere: La libreria non funziona con Internet Explorer (almeno fino alla versione 9, la 10 non ho ancora testato).

Il nome della engine è melonjs e la trovate sotto l'indirizzo: www.melonjs.org

Leggi tutto...

markup

Interessante progetto di Mozilla (Firefox) per supportare il web libero, pubblico e accessibile a chiunque che volentieri appoggiamo e condividiamo.

Il tutto si basa sul concetto che una rete aperta sia il veicolo di una cultura libera come indicato nel credo di Lawrence Lessig:

"An open Net embraces free culture. That doesn't mean disrespecting the copyright of others. It means instead enabling others to share and build upon the work you want the Net to love. Practice the freedom you expect from others, by licensing your work as freely as you can."

In pratica si lascia la propria firma virtuale sul portale creato appositamente da Mozilla, basato su GML (Graffiti Markup Language).

L'idea è stata sviluppata dall'artista e ricercatore parigino Evan Roth.

Per creare il proprio MarkUp e sottoscrivere il progetto digitale basta cliccare qui: Mozilla MarkUp

Per visualizzare la nostra sottoscrizione (ok con il mouse a mano libera non sono un grande artista, ma è il pensiero che conta) cliccate qui: pixxelfactory MarkUp

Leggi tutto...

css3-gradient-generator



Oggi vi presento un tool molto bello per sviluppatori frontend che concede al programmatore di creare sfumature Css3 in modo intuitivo e facile.
Lo strumento è molto simile al gradient generator di Photoshop, perciò non bisogna scrivere nemmeno una riga di codice; basta creare la sfumatura e copiare il codice nel proprio stylesheet.
Il detto tool trovate sotto seguente indirizzo web:

http://www.colorzilla.com/gradient-editor

Leggi tutto...

facebook-tabs

Le statistiche sull'uso di Facebook parlano chiaro, per molti è una "seconda casa" o meglio una internet "speciale" dove si passa la maggior parte del tempo. Molte aziende lo hanno capito da tempo e sempre più la presenza di pagine descrittive, prodotti e servizi delle stesse li possiamo trovare comodamente restando all'interno di Facebook.

Per le pagine aziendali è importante avere anche su Facebook una presenza quanto più completa possibile. Gli strumenti di Facebook permettono una personalizzazione limitata per uso aziendale. Fortunatamente è possibile realizzare, creando delle apposite app messe a disposizione nella parte Developer (sviluppatori), dei contenuti personalizzati, integrando il proprio sito in Facebook.

Questi contenuti sono ospitati non su Facebook ma su un server esterno (il proprio o un altro) e vengono visualizzati all'interno del "contenitore" iframe di Facebook.

Per capire come funziona basta andare sul profilo Facebook di pixxelfactory e cliccare uno dei tab personalizzati sulla sinistra: clienti o referenze. Per visualizzarli cliccate su "mi piace" pixxelfactory! :-)

I contenuti di queste pagine sono gli stessi di quelli presenti sul nostro sito e gestiti con un nostro CMS (sistema di gestione dei contenuti). Aggiornando il contenuto vengono aggiornati contestualmente sia il sito che la pagina del profilo Facebook.

Dato che su Facebook è possibile anche navigare in modalità "sicura" tramite il protocollo https, il server esterno deve anche supportare il medesimo protocollo, pena la non visualizzazione delle pagine quando si naviga in https. Il nostro server difatti è dotato di certificato https e le pagine sono visualizzabili in entrambe le modalità. Dal 1° ottobre 2011 il protocollo https diventerà obbligatorio.

E' anche possibile creare una integrazione maggiore tra contenuti esterni e Facebook. In tal caso bisogna far ricorso alle API (strumenti per i programmatori) che nel caso di Facebook si chiamano Graph API. Il social Graph è il "cuore" di Facebook e rappresenta ognuno di noi e le nostre connessioni.

Ovviamente l'integrazione richiede una specifica autorizzazione da parte dell'utente per accedere ai dati personali.

Leggi tutto...

chiavette-usb-personalizzabili

Realizzata la pagina con il campionario di chiavette USB personalizzabili.

Disponibili in vari colori, tagli e opzioni.

Personalizzabili in serigrafia, incisione laser, incisione con diamante e stampa fotografica.

Perfette per una promozione aziendale o di un evento!

Un idea omaggio utile e indimenticabile.

Leggi tutto...

ajaxload



Un sito interessante per tutti Webdesigner è  www.ajaxload.info
Con pochi click si può customizzare e scaricare una grafica gif animata di preloading.

Leggi tutto...

DSCF0045

Avere l'occasione di "mettere mano" su un'opera del videoartista Fabrizio Plessi è stata una esperienza emozionante. Conoscevo le opere di Plessi e le avevo sempre trovate formidabili e geniali, a dispetto delle tante installazioni di videoarte che proprio non mi piacciono.

Altalena è un'opera del 1981 ed è composta da una altalena di acciaio che muovendosi fa scorrere l'acqua da un serbatoio (virtuale) all'altro. Originariamente i monitor tv (pilotati da due lettori DVD) che visualizzano i due movimenti dell'acqua che si riempie e si svuota non erano in sincrono né tra loro né con il motore che gestisce il movimento. Inevitabilmente dopo qualche ciclo il tutto andava fuori sincrono.

E' stato così rifatto tutto il sistema che ora si basa su un motore gestito da un plc comandato da un computer che gestisce i video digitalizzati, riuscendo così a rendere sempre perfetto il sincronismo tra video e movimento.

E' stata una divertente sfida che ci ha visto coinvolti insieme ad altri professionisti: Ivan Muffato (elettronica/meccanica), Manuel Wunderer (PLC), Sandro Rizzetto (software PC).

Leggi tutto...

google

Da qualche settimana ha fatto la sua comparsa un nuovo simbolo nei risultati di ricerca di Google, il più uno o plus one!
Lo trovate anche nelle pagine di questo sito.

Che cosa fa esattamente? La risposta a caldo è "la concorrenza a Facebook" e in effetti così è! Dopo vari tentativi andati a vuoto anche Google ci riprova con i Social Networks e considerando da che fronte viene l'attacco sarà una battaglia dura! Considerando poi che a tutti piacciono le novità non può che far bene al mondo internet!

Vanno però distinti al momento il pulsante +1 sui risultati di ricerca o liberamente applicabile al proprio sito e il nuovo servizio Google+ non ancora ufficialmente attivo.

Di fatto però il pulsante +1 è visibile nei risultati di ricerca solo dopo aver fatto il login con un account google.

Cliccandoci sopra diciamo a Google che quella pagina ci piace e ovviamente tante più persone ci cliccano sopra maggiore sarà il ranking della pagina stessa. Se il tutto poi lo abbiniamo al futuro social network Google+ il gioco è presto fatto. Dato che un account Google lo abbiamo praticamente quasi tutti, siamo praticamente iscritti anche  a Google+ e con già tutta una serie di I like in versione +1!!!

Ma come sarà Google+? Dalla pagina iniziale scropriamo le funzioni base che, guarda caso, sembrano proprio dire "vedi questo facebook non lo ha e sarebbe comodo"!

Circles tradotto in italiano brutalmente come cerchie! Sono grupi di amici suddivisibili per interessi. Nel mio caso potrei avere dei Circles di amici per il web marketing, la fotografia, la subacquea e tanto altro. Il mio "capo" (hehe) non saprà più così che il lunedì sono arrivato tardi perché la domenica ero in giro a fare immersioni! Ovviamente i vantaggi sono indiscutibili.

Hangouts o videoritrovi: la chat reinventata in versione video...non credo molto nel successo.

Sparks o spunti: sarà il collegamento più evidente al pulsante +1. Se ad un tot dei miei amici piace una pagina è probabile che piaccia anche a me!

Huddle (non tradotto per fortuna): una sorta di IM (instant messaging) per utenti dello stesso Circle

Instant Upload o caricamento istantaneo: dai palmari Android un sistema di condivisione immediata di foto.

...e altri gadget. Qui trovate l'help del Progetto Google+

Molte cose sono esistono già, solo reinventate o meglio riconfezionate ma quando Big G si muove lo fa sicuramente alla grande. Iscritti siamo virtualmente in molti e in fondo molti di noi cominciano ad essere stanchi di Facebook e del suo buonismo I Like. Un po' di concorrenza non guasta!  A molti verranno sicuramente dei "circles" alla testa! :-)

Leggi tutto...

Webfont




In questo post vi spiegheremo brevemente come si incorporano font custom in un sito e quali sono i problemi centrali.
La possibilità di incorporare font non installati sul sistema dell' utente esiste già da parecchi anni. A partire da Internet Explorer 4 (1997) si può includere font per utenti che usano Internet Explorer in un formato proprietario della Microsoft, che si chiama eot.
Il problema tecnico più grave fino poco tempo fa (e parzialmente ancora adesso), era che non c'era un formato standard di font che si poteva utilizzare.

Leggi tutto...

Html5 Animation Tool


Come ho scritto in uno dei ultimi post, il vantaggio di Flash in confronto a Html5 è, che si possono creare animazioni grafici in modo visuale, invece con Javascript tutto viene programmato.
Ultimamente escono vari tool di animazione per html5, siccome non tutti sono programmatori, tra l'altro due convertitori di animazioni flash in html5 canvas (Uno dell' Adobe e uno della Google).
Tutt' un altra filosofia segue Automatoon, uno strumento gratuito online, con qui si possono creare animazioni semplici direttamente nel browser:

www.automatoon.com

Leggi tutto...

fb_backup

Molti ormai usano Facebook come container di materiale vario digitale, testi foto, video, ecc.

Può succedere però che Facebook chiuda il vostro account, per diversi motivi quasi sempre non "giusti". Ovviamente è sempre possibile contattare Facebook e farlo riaprire.

I consigli sono comunque due:

1. fare ogni tanto il backup di tutto il profilo, materiale compreso, mediante la funzione apposita sotto impostazioni account (si scarica un file zippato contenente tutto il materiale);

2. se si è amministratori di qualche gruppo o pagina, meglio trovare un amico/collega da nominare anche amministratore.

Leggi tutto...

New Youtube Layout 2011



Secondo me era ora già da tempo che il User Interface di Youtube venga modernizzato con un design più accattivante e piacevole.
Adesso quasi ci siamo; Youtube sta testando un layout attualizzato.
Tanti elementi sono stati ritoccati delicatamente, mentre altri sono stati cambiati in modo radicale.
Se volete provare anche voi il nuovo UI, potete attivarlo sotto questo indirizzo:

www.youtube.com/cosmicpanda

Leggi tutto...

html5

Negli ultimi anni le tecnologie "2.0" come html5 acceleravano parecchio lo sviluppo dei browser web.
5-6 anni fa, gli unici browser importanti sul mercato erano Internet Explorer e Firefox, nel frattempo la competizione è aumentata parecchio: Internet Explorer 9 (sta per uscire il 10 in pochi mesi), Firefox 5, Safari, Opera (specialmente Opera Mini su dispositivi mobile) e Chrome.
Tutti questi browser hanno una loro posizione nel mercato.
Con la competizione anche lo sviluppo e compatibilità a standard ufficiali si migliorava continuamente.
Pure Internet Explorer, a partire della versione 9 è diventato un browser decente.
E con l'aumento di compatibilità e performance (specialmente per animazioni native = tecnologia Javascript), Flash perdeva di importanza anno per anno.
Un' area dove Flash è ancora molto forte, è l'area dei giochi online. Siccome si tratta spesso di animazioni piuttosto complesse, che si possono creare in Flash in modo più facile, senza, o con poco utilizzo di programmazione, con Javascript tutto deve essere programmato.
Però ultimamente anche in quest' area Flash non ha più il monopolio, come dimostra html5games.com, un sito dedicato interamente a giochi sviluppati con html5 e javascript.



www.html5games.com

Leggi tutto...

typewriter



Secondo voi per creare un' opera d'arte server per forza un photoshop o corel painter?
Che non è vero per niente e anche con i mezzi più semplici si possono creare con tanta creatività e capacità artistica delle immagini spettacolari, prova una serie di dipinti creati con una macchina da scrivere.
Si, avete letto giusto, e per dimostrarvelo qui il link al blog:

http://www.mymodernmet.com/profiles/blogs/vintage-typewriter-art

Leggi tutto...

Disponibili finalmente online le immagini di Google Street View di Bolzano.

Ecco dove siamo!

Leggi tutto...

bounce

Un dato molto interessante delle statistiche web è la frequenza di rimbalzo o bounce rate.

Ma cosa è esattamente?

In poche parole rappresenta il numero di utenti che visitano il nostro sito per una sola pagina e poi lo abbandonano. Caso tipico il click dai motori di ricerca. Quando effettuiamo una ricerca su Google non ci limitiamo a leggere l'estratto fatto dalla lista di Google e spesso clicchiamo. Se poi però il contenuto della pagina non è quello che ci aspettavamo torniamo indietro. In quel caso si dice che siamo "rimbalzati". Tanto più alta è la percentuale di rimbalzo, minore è l'interesse per quella pagina o per il nostro sito. Ridurre la percentuale di rimbalzo è sicuramente uno degli obbiettivi SEO perché significa avere delle visite di qualità, ovvero l'utente dopo essere arrivato sul nostro sito, ci rimane.

Nel grafico un interessante confronto tra le visite provenienti dai motori di ricerca (in giallo) e la frequenza di rimbalzo (in blu). Ovviamente più alta è la percentuale di traffico proveniente dai motori, tanto maggiore è il rimbalzo stesso.

Leggi tutto...

stat_mobili

Grazie all'utilizzo di sistemi di statistica, come ad esempio l'ottimo Google Analytics, che normalmente installiamo di default su tutti i siti dei nostri clienti, è possibile estrapolare molti dati interessanti oltre il mero numero dei visitatori.

Sempre più interessante in questo periodo di forte crescita dei dispositivi mobili (palmari, tablet, ecc.) è vedere da che sistema operativo vengono le nostre visite.

Nel grafico si nota come sia una percentuale molto rilevante la percentuale dei dispositivi movili che raggiunge quasi il 10%. Sembra poco ma se il proprio sito non è ottimizzato per i dispositivi mobili vuol dire perdere 10 visitatori su 100!

Leggi tutto...

parallax

Sempre più Javascript e soprattutto una buona dose di fantasia e di creatività contribuisce a rendere il web piacevole e dinamico...senza far rimpiangere Flash (morto? manca poco).

Dal blog LINE25 una bella collezione di link con siti che utilizzano questo effetto...da vedere!

Esempi di Parallax scrolling

Leggi tutto...

nuovi domini

L'ICANN, l'organismo di controllo per i nomi a dominio, ha deciso nei giorni scorsi la "liberalizzazione" dei nomi a dominio di primo livello. Significa che si potrà registrare il proprio nome senza una estensione abituale .com .it ecc.

Questo vorrà dire scrivere semplicemente www.apple o anche senza www o indirizzi di posta personalizzati come walter@pixxelfactory

Ma non sarà né semplice, né economico! Innanzitutto i costi saranno molto elevati, si parla di 185 mila dollari a dominio e tempi piuttosto lunghi. Da gennaio ad aprile del 2012 ci sarà la prima fase di accettazione delle richieste (raise period) per poi una attivazione nel 2013.

Sarà un successo? Mah, visti i costi e la dubbia utilità, personalmente non credo, considerando soprattutto che la maggior parte degli utenti digita il nome dell'azienda che cerca nella barra di ricerca di google e che comunque scrivendo lo stesso senza www o estensione per la maggior parte dei nomi "rilevanti" il risultato è lo stesso.

Meglio puntare sulla presenza nei motori di ricerca!

Leggi tutto...

joomla-government

È recentemente stato messo online un sito che dimostra l'utilizzo del sistema di content management "Joomla", di qui facciamo uso anche noi per la realizzazione di siti web dinamici.
Interessante è, che questa lista contiene solo siti di governo (sia nazionali che regionali e locali). Siamo rimasti impressionati anche noi dal numero dei siti:
Ben 2697 siti per enti pubblici sono stati realizzati con Joomla.

http://joomlagov.info/explore

Leggi tutto...

pixx_ms_tag

Siamo ormai "quasi" abituati a vedere i QR code ovunque: vengono infatti usati abbastanza di frequente nelle pubblicità, anche se il termine corretto sarebbe "abusati", dato che spesso e volentieri sostituiscono un semplice link, che viene invece omesso anche laddove il suo utilizzo sarebbe più logico ed immediato.

Sfogliando un giornale ho però notato un nuovo tipo di simbolo, che ho poi scoperto -o meglio, ricordato- essere il sistema di tagging di Microsoft, basato su una concezione sicuramente più piacevole alla vista e graficamente flessibile.

Sembra che questo, negli ultimi mesi, stia riscuotendo sempre maggior successo. La domanda però è: ce n'era davvero bisogno? Molti non sanno ancora cosa è un QR code. Nonostante si continui a parlare di standard, siamo sempre alle solite, dai tempi del VHS vs Video2000 ecc. ecc.

Leggi tutto...

security

Consiglio sempre ai clienti di usare password lunghe e casuali, ma soprattutto di non utilizzare mai una password unica per i vari account. A volte mi sembra di essere troppo paranoico nell'usare password tutte differenti l'una dall'altra. Ma a fronte di una gestione sicuramente piuttosto complessa, i vantaggi sono indubbi. Essendo spesso il nome utente coincidente con l'indirizzo email, basta che un provider di servizi venga attaccato da qualche hacker per scoprire la password e, di consegenza, usarla per tentare altri accessi.
Il caso Sony Playstation è un esempio. In questi giorni, infatti, la Sony ha inviato una email per la riapertura del servizio con l'obbligo del cambio password. Se avessi usato un'unica password per tutto, per logica e per sicurezza avrei dovuto cambiarla su tutti gli "x" servizi che utilizzo (e sono veramente tanti). Fortunatamente la mia "paranoia" si è dimostrata utile. Consiglio perciò sempre vivamente di usare password diverse, senza significati, senza numeri riconducibili a fatti personali (data di nascita, ecc.) e, quando possibile, contenenti caratteri speciali, maiuscole e minuscole, ecc.

Leggi tutto...

usb1

Piccole, belle ed eleganti, personalizzabili in stampa serigrafica o incisione laser.

Tocco di classe, il led luminoso con colore a scelta.

Leggi tutto...

audiweb

Online i dati audiweb relativi al marzo 2011. Ciò che emerge è l'incremento del 50% dei navigatori da dispositivi palmari/cellulari.

http://www.audiweb.it/

Leggi tutto...

lolwut

Si parla tanto della "morte" di flash! E la cosa sembra essere confermata da questo gioco/esempio basato su jQuery!

Leggi tutto...

siipac

New online site: www.siipac.it web design & programming by pixxelfactory

Leggi tutto...

Bellissimo esempio di integrazione di più tecnologie e media. Gli "attori" sono molti, ma tutti di uso comune: stampa tradizionale, un telefono palmare, un QR Code, Youtube.

Leggi tutto...

facebook_deals

Un nuovo fenomeno marketing in arrivo: Facebook Deals, ovvero Offerte su Facebook. FB Luoghi già lo conosciamo: ci possiamo registrare in un determinato posto geolocalizzato e vedere così se ci sono altri amici e/o far sapere ai nostri contatti dove siamo. Facebook Deal permetterà invece alle aziende di destinare offerte particolari a quanti si registreranno presso di loro. In Italia è al momento ancora in fase di testing, ma presto lo vedremo comparire sulla barra di sinistra.

Leggi tutto...

google_apps

A partire dal 10 di maggio, Google Apps ha diminuito la quota della versione gratuita, passando da 50 a 10 utenti. Solo chi aveva già aperto un account, manterrà la possibilità di avere i 50 utenti.
Google Apps, nella versione free, è (era) una ottima soluzione per aziende o privati che volevano gestire la posta attraverso Gmail con il proprio dominio. Relativamente elevato è invece il costo della versione Business, che è di 40 euro a utente.

Leggi tutto...

logo_aruba

Tanti siti questa mattina non funzionano! Da questa notte alle 2:00 Aruba e la sua server farm è fuori servizio. Per le 10:00 sarebbe dovuta tornare in servizio (a detta dei tecnici), ma è tuttora offline. Update... principio di incendio... black out per almeno 24 ore.

http://twitter.com/#!/Arubait

Leggi tutto...

google-su-facebook

Google fa pubblicità su Facebook alla propria pagina iniziale. Segno, questo, che qualcosa sta cambiando e che, evidentemente, l'impostazione di pagina iniziale su Google sta perdendo colpi... e utenti.

Leggi tutto...

govpec

Non sempre "gratis" (alla Google) è sinonimo di "servizio che funziona"!

Interessante articolo sulla posta elettronica governativa (il nome è tutto un programma) fornita (si fa per dire) gratuitamente.

http://economia.tuttogratis.it/posta-certificata-governativa-una-bufala/P27905/

Leggi tutto...

zoopa

Creatività sociale!
Ecco un'interessante piattaforma che apre a molti creativi la strada della comunicazione.

http://zooppa.it/

Leggi tutto...

craigcorvin

Interessante sito/blog di un calzolaio di Seattle.
Spesso ci si domanda a "cosa mi serve internet"? Con un po' di passione, una macchina digitale, e un blog, internet può diventare un ottimo mezzo pubblicitario anche per un artigiano.

http://www.craigcorvin.com/blog/

Leggi tutto...

frielgreen

Anticipata da una campagna pubblicitaria a mezzo stampa, online da oggi la nuova microsite di FRI-EL GREEN

Leggi tutto...

tracker

Curiosamente, iPhone memorizza, in un file nascosto, tutti i luoghi nei quali è stato. Estrapolandoli dai backup con un apposito software, è possibile ottenere una mappa statistica dei punti memorizzati. Per farlo, il gps deve ovviamente essere attivato da qualche App. Usando il TomTom, le informazioni sono abbastanza complete.
Mi sono tuttavia reso conto che il mio iPhone è stato in posti dei quali io non ho memoria! :-)

http://petewarden.github.com/iPhoneTracker/

Leggi tutto...

jap

1000 Cranes for Japan

Leggi tutto...

socialnetmap

Interessante articolo sul sito Vincos relativo all'utilizzo del Social Network a livello globale.

Facebook rules? Sì, ma non ovunque!

Leggi tutto...